Liebster Award

Ho sempre evitato come la peste le catene di S.Antonio, pur vivendo a Padova ed avendo quindi, almeno sulla carta, una vicinanza con l’esimio Santo. Poi, scopro di essere stato nominato per il Liebster Award: un modo per far conoscere chi si cela dietro i post e i blog di tutto il mondo. Per una volta ho quindi deciso di prestarmi al gioco, applicando alla lettera il regolamento.

Regola n.1 – Postare sul tuo blog l’immagine del premio.

liebster-award1

Regola n.2 – Ringraziare chi ti ha nominato e linkare il suo blog.

Oltre a ringraziare di cuore Michele per la citazione, consiglio vivamente di entrare nel suo blog (non procedete oltre, cliccate qui). Qui non si parla di un blogger alle prime armi come il sottoscritto: Michele è un bravissimo scrittore di racconti e romanzi, sono certo che molti di voi rimarranno colpiti dal suo stile di scrittura.

Regola n.3 – Raccontare 11 cose di te.

  1. Da adolescente, suonavo la chitarra classica. Per poco (leggi: mancanza di voglia e tenacia) non ho conseguito l’esame di Quinto al Conservatorio. Ancora oggi me ne pento, ma mantengo le unghie della mano destra più lunghe, nella speranza che quella chitarra, un giorno, abbia voglia di farsi nuovamente accarezzare da me.
  2. Da qualche parte in soffitta ho un saio. Sono stato San Francesco nel musical Forza Venite Gente, rappresentato dal gruppo di giovani della mia parrocchia per alcuni anni.
  3. Ho suonato e cantato in un gruppo, gli Euphonya Acoustic Band: suonando una sera con due chitarre e una birra, è iniziata una bellissima avventura, che ci ha portato su molti palchi.
  4. La prima volta che sono andato in discoteca eravamo in sei su una 126 verde pistacchio e abbiamo fatto più di cento chilometri. Nessuna patente è stata ritirata.
  5. Quando andavo a scuola, odiavo la storia e la geografia: ora adoro viaggiare e leggere libri storici (in particolare romanzi ambientati nel Medioevo).
  6. Credo che il Rinascimento, da un punto di vista culturale, sia stata l’epoca storica più bella in assoluto.
  7. Quando vivevo a Torino, nel meraviglioso periodo universitario, mi piaceva andare a cercare le panetterie che aprivano il retrobottega durante la notte e vendevano croissant caldi.
  8. Sono malato di serie TV di tutti i generi, anche se direi che ER – Medici in prima linea resta irraggiungibile.
  9. Ho trascorso nottate a giocare a Dungeons&Dragons: il mio personaggio era un elfo. Successivamente mi sono limitato a giocare a Risiko, sempre in orari improbabili, in un albergo gestito da un nostro amico portiere di notte.
  10. Se volete farmi un regalo artistico, vi consiglio un qualunque quadro di Monet o di Magritte. Sono i miei preferiti, grazie.
  11. Che ho vissuto 3 anni in Cina, lo sapete già. Non lo sapete? E allora, andate in archivio post e partite dall’inizio. Scoprirete un po’di più di questo blog.

Regola n.4 – Nominare 11 blog con meno di 200 followers, che ritieni meritino il premio.

Non so quanti di loro vorranno portare avanti il gioco, ma credo che meritino comunque visibilità, per vari motivi. Sono 10, perchè l’undicesimo resta il buon Michele, già citato sopra.

Poco mossi gli altri mari – http://melusina.altervista.org/
Pendolante – http://pendolante.wordpress.com/
Tratto d’unione – http://trattodunione.wordpress.com/
Purtroppo – https://purtroppo.wordpress.com/
Assolo corale – https://assolocorale.wordpress.com/
De Agostibus – http://www.deagostibus.it/
Alice’s adventures in Foodland – https://alicesadventuresinfoodland.wordpress.com/
Call me Leuconoe – https://callmeleuconoe.wordpress.com/
Cina di Frontiera – http://blogs.china-files.com/italianidifrontiera/
Avec les albatros – https://aveclesalbatros.wordpress.com/

Regola n.5 – Rispondere alle domande di chi ti ha nominato.

  1. Qual è la cosa di te che ti inorgoglisce di più quando gli altri la notano? Molti mi dicono: a primo impatto sembri uno str…., poi, conoscendoti meglio, sei un’altra persona! In realtà, non è che mi inorgoglisca, ma apprezzo il fatto che chi mi dice questo sia andato un po’oltre.
  2. E la cosa che ti dà più fastidio? Mi dà fastidio il fatto che qualcuno capisca e mi faccia notare che sono permaloso. Perché è la verità!
  3. Stiamo andando verso fine anno e comincia ad essere tempo di bilanci. Qual è l’obiettivo che senti di aver colto quest’anno? Vorrei diventare un bravo “pollice verde”: quest’anno qualche soddisfazione me la sono tolta, ma è anche vero che qualche pianta ci ha lasciato… c’è tanto ancora da migliorare!
  4. I piatti che ti piacciono di più: a tavola non dovrebbe mai mancare.. Datemi una pizza e vi solleverò il mondo: non ne posso fare a meno!
  5. C’è un libro che ti ha cambiato la vita? Nessun dubbio: Elianto di Stefano Benni.
  6. E un professore/maestro/mentore? Anche qui nessun dubbio: mio papà. Quando devo prendere una decisione, mi chiedo sempre cosa avrebbe deciso o detto lui (con il supporto di mia mamma, ovviamente: lo dico, perché essendo permalosa come me… vedi punto 2)).
  7. L’invenzione che non vorresti fosse mai stata inventata? Nessuna: sono un fautore del progresso. Ogni invenzione dà sempre qualcosa di diverso alla civiltà e non necessariamente cancella il passato. Sta a noi prendere il buono di tutto. Tuttavia, non mi dispiacerebbe che riprendessero vita le botteghe di una volta e sparisse qualche centro commerciale.
  8. E quella che invece dovrebbero proprio inventarla? Il teletrasporto: non me ne vogliano le compagnie aeree o ferroviarie, ma sai quanti splendidi viaggi in poco tempo?
  9. Qual è il posto più strano in cui sei stato? Quello in cui ti sei sentito più lontano da casa? Tra i posti che ho visitato, indubbiamente la Cina è quella che più presenta differenze sostanziali con il nostro modo di pensare e vivere. Solo in alcuni momenti ho sentito la lontananza da casa durante l’esperienza nella Terra di Mezzo, ma sempre dovuta alla mancanza di qualcosa o qualcuno.
  10. Quando hai avuto davvero paura? Ammetto di non avere mai avuto esperienze particolarmente forti, da questo punto di vista. In effetti, non sono uno a cui piace rischiare troppo, quindi evito anche situazioni pericolose.
  11. E per ultima (peggio che a scuola!) la fatidica: fatti una domanda e datti una risposta! Di che cosa pensi abbia  bisogno il mondo? Di sorrisi, tanti sorrisi. Basta musi lunghi.

Regola n.6 – Le mie domande per i nominati.

  1. Qual è lo scopo fondamentale del tuo blog? Raccontare, informare, comunicare?
  2. I blog sono veramente antiquati rispetto ai Social Network?
  3. Qual è il personaggio del passato che vorresti conoscere?
  4. Cita un libro al quale vorresti cambiare il finale.
  5. Qual è il film che secondo te non è possibile non aver visto?
  6. Quali sono le 3 città del mondo che vorresti visitare?
  7. Sei mai vissuto/a all’estero? Se no, ti sarebbe piaciuto fare questo tipo di esperienza?
  8. Kindle o libro cartaceo?
  9. C’è almeno una cosa della tua persona che vorresti cambiare?
  10. Credi che Steve Jobs abbia veramente cambiato il nostro modo di vivere?
  11. Il tuo personalissimo Premio Nobel per la Pace.
Annunci

20 thoughts on “Liebster Award

  1. Ehi! Che bella sorpresa! Grazie mille Stefano, ho letto con piacere le curiosità sulla tua vita e andrò sicuramente a guardarmi i vecchi post per scoprire di più della tua vita in Cina. Condividiamo la passione per i viaggi, ma non quella per la storia, che purtroppo non vuole entrarmi in testa… complimenti per il blog 🙂

    Mi piace

    1. Ciao Lisa, intanto grazie a te di essere passata e benvenuta nel blog! Ti dirò che la storia mi ha sempre un po’ depresso ed annoiato, ora mi affascina, ma con questo non voglio dire che ne sia diventato uno studioso accanito!
      buona lettura del blog e a presto!

      Mi piace

  2. Grazie a te per tutto: per aver accettato di giocare, per le belle parole e anche per avermi contro-nominato.
    Visto che ho altre 11 domande, allora, ti rispondo direttamente qui.

    * Qual è lo scopo fondamentale del tuo blog? Raccontare, informare, comunicare?
    Raccontare. Anche se in questo momento sono un po’ in stand by, il blog serve un po’ per sfogare la mia scrittura e un po’ per vedere l’effetto che fa, sia riguardo a certe soluzioni tecniche o stilistiche, sia riguardo alle storie vere e proprie.

    * I blog sono veramente antiquati rispetto ai Social Network?
    No. Sono linguaggi diversi e quindi veicolano messaggi diversi.

    * Qual è il personaggio del passato che vorresti conoscere?
    Ce ne sono tanti… Dovendo scegliere punterei su qualche greco antico. Possibilmente filosofo. Ma che non si disturbi a venire da me: vado io, ben volentieri, a trovarlo!

    * Cita un libro al quale vorresti cambiare il finale.
    Passo? Davvero: non ne ho idea. Se arrivo alla fine del libro, mi sta bene il suo finale. Altrimenti cambio tutto il libro 🙂 L’ultimo che non ho finito è stato Moby Dick, credo.

    * Qual è il film che secondo te non è possibile non aver visto?
    Anche qui non saprei. Ci sono tante piccole perle, nel cinema. La maggior parte delle quali sono a me sconosciute. Dico “Train de vie”, per indicare il genere.

    * Quali sono le 3 città del mondo che vorresti visitare?
    Non mi piacciono le città. Preferisco i paesi: più piccoli sono, meglio è.

    * Sei mai vissuto/a all’estero? Se no, ti sarebbe piaciuto fare questo tipo di esperienza?
    Purtroppo sono sempre rimasto in Italia: è uno dei miei rimpianti.

    * Kindle o libro cartaceo?
    Ho comperato un Kindle. Best. (Auto)Gift. Ever.

    * C’è almeno una cosa della tua persona che vorresti cambiare?
    Si può dire l’età?

    * Credi che Steve Jobs abbia veramente cambiato il nostro modo di vivere?
    No. Einstein. Madame Curie. Gandhi. Giusto per fare tre nomi a caso: loro sì hanno cambiato il nostro modo di vivere.

    * Il tuo personalissimo Premio Nobel per la Pace.
    A tutti quelli che ogni giorno se ne fregano del perbenismo e allungano una mano per aiutare la persona che hanno di fianco. Specialmente se non la conoscono e non la rivedranno mai più.

    Mi piace

    1. Ciao Michele, come sempre grazie a te per le tue parole, che hanno sempre un tocco di delicatezza e di “bello”. Quoto in particolare le ultime due risposte. Sulla risposta delle cittá, per quanto io apprezzi il fascino dei paesini, in questa fase della mia vita adoro le grandi cittá, più grandi sono più ci vivrei!
      a presto

      Liked by 1 persona

  3. Le tue domande mi piacciono molto, quindi mi permetto di rispondere anche se non sono tra i nominati.
    Qual è lo scopo fondamentale del tuo blog? Raccontare, informare, comunicare? Informare. Più precisamente, informare i miei lettori dell’esistenza di libri e film che il grande pubblico ha ingiustamente ignorato.
    I blog sono veramente antiquati rispetto ai Social Network? A mio giudizio i social network non stanno “pensionando” i blog. Anzi, li stanno aiutando: adesso un blogger può promuovere il suo blog sui social, prima invece aveva molti meno mezzi per farsi conoscere.
    Qual è il personaggio del passato che vorresti conoscere? Bobby Kennedy.
    Cita un libro al quale vorresti cambiare il finale. “Il domani che verrà” di John Marsden.
    Qual è il film che secondo te non è possibile non aver visto? Il mio piede sinistro.
    Quali sono le 3 città del mondo che vorresti visitare? Vorrei tornare a Barcellona e a Roma. Per quanto riguarda le città in cui non sono mai stato, New York, perché me ne hanno parlato benissimo.
    Sei mai vissuto/a all’estero? Se no, ti sarebbe piaciuto fare questo tipo di esperienza? Non ho vissuto all’estero, e non credo che mi piacerebbe. Sono troppo abitudinario per fare un cambio di vita così radicale, a meno di non esserci proprio costretto.
    Kindle o libro cartaceo? Cartaceo.
    C’è almeno una cosa della tua persona che vorresti cambiare? No. Magari per migliorare un dettaglio ne peggioro altri 100.
    Credi che Steve Jobs abbia veramente cambiato il nostro modo di vivere? E’ uno di quei personaggi su cui senti dire tutto e il contrario di tutto, sia come persona che come inventore. Io preferisco non pronunciarmi, perché in quanto a tecnologia sono ignorante quanto una capra.
    Il tuo personalissimo Premio Nobel per la Pace. Bobby Kennedy.

    Mi piace

    1. ciao wwayne, mi fa molto piacere che tu sia passato e mi fa ancora più piacere che tu abbia risposto. Un po’alla volta sto recuperando l’arretrato sul mio Feedly che sta scoppiando, tra gli arretrati ci sono anche i tuoi post. Mi sono preso una pausa ed ora ne pago le conseguenze, ma era necessaria!
      grazie e a presto!

      Mi piace

    1. ciao Pendolante, anche io ho spesso interrotto catene di questo tipo. Capisco bene. Questa volta avevo però piacere di raccontare un po’di me.
      e poi ci siete voi, gli amici della rete!
      grazie a te di essere passata!

      Liked by 1 persona

  4. Mi scuso anche io se interrompo la catena, però mi fa piacere rispondere almeno alle tue domande:
    Qual è lo scopo fondamentale del tuo blog? Raccontare, informare, comunicare?
    Direi tutte e tre le cose. L’ho creato appositamente in vista della mia partenza per la Cina, da un lato per ricordare le mille esperienze che sto vivendo, ma dall’altro anche per condividere con i miei amici a casa tante curiosità piccole e grandi che sto scoprendo man mano. Quello che non mi aspettavo era che oltre ai miei amici e parenti iniziassero anche a seguirmi poco più che conoscenti e infine sconosciuti!

    I blog sono veramente antiquati rispetto ai Social Network?
    Sono un’assoluta neofita, avendolo creato pochi mesi fa per il mio viaggio. Se devo essere sincera, sono entrata in questo mondo perché mi sembrava un modo più facile e “permanente” per comunicare, soprattutto da un paese sottoposto alla censura online come la Cina, invece mi sono aperte le porte di un mondo nuovo rispetto a quello dei social network, l’unico di cui facevo parte per questioni generazionali immagino.

    Qual è il personaggio del passato che vorresti conoscere?
    Domanda difficilissima. Ad istinto direi Cleopatra, che è sempre stata una delle mie donne preferite nella storia.

    Cita un libro al quale vorresti cambiare il finale.
    Qualsiasi libro di Dan Brown. Vorrei solo che il colpevole non fosse sempre la persona “più insospettabile”, ovvero la più ovvia.

    Qual è il film che secondo te non è possibile non aver visto?
    Non riesco a rispondere, dovrei scrivere un elenco.

    Quali sono le 3 città del mondo che vorresti visitare?
    Shangai (manca poco!), San Francisco, Buenos Aires… Seoul, San Pietroburgo, Sidney, Tokyo, e… Non sono brava con questo genere di scelte.

    Sei mai vissuto/a all’estero? Se no, ti sarebbe piaciuto fare questo tipo di esperienza?
    Lo sto facendo ora, ma sento che una volta tornata in Italia vorrò restare a viverci a tempo indeterminato. Più viaggio più capisco di amare il Bel Paese.

    Kindle o libro cartaceo?
    Sono sempre stata una strenua appassionata della carta, ma per venire in Cina mi sono auto-costretta a comprare il Kindle, non potendo portare una valigia di libri e ne ho totalmente rivalutata la comodità (senza considerare il fattore ecologico).

    C’è almeno una cosa della tua persona che vorresti cambiare?
    Nonostante i molti difetti che come tutti ho, no. Crescere, evolversi, sempre, ma non c’è nulla che vorrei cambiare. Forse giusto imparare a rispettare i miei buoni propositi sullo sport…

    Credi che Steve Jobs abbia veramente cambiato il nostro modo di vivere?
    Difficile rispondere visto che sostanzialmente non ho mai provato la “vita prima”.

    Il tuo personalissimo Premio Nobel per la Pace.
    Perdonatemi ma mi sento troppo poco informata per dare una risposta convinta.

    Grazie ancora per la nomination
    Gaia, dalla Cina

    Mi piace

    1. Ciao Gaia, mi sono reso conto che la risposta al commento era rimasta ferma… misteri della Rete (e forse anche di WordPress). Mi ha fatto molto piacere che rispondessi alle domande, che rappresentano sicuramente la parte più interessante del gioco. Belle risposte, interessanti. Continua a scrivere le tue esperienze cinesi, le leggo sempre volentieri! a presto!

      Liked by 1 persona

  5. Grazie Stefano di avermi nominata, sono lusingata e piacevolmente colpita!!! 🙂 Il mio blog è recente e sto ancora cercando di dargli un ritmo e una personalità. Quello che ne è uscito fino ad ora è la mia passione per la scrittura, che si manifesta nella lettura di libri altrui e nella scrittura delle mie recensioni. Tuttavia ci ho anche messo qualche racconto scritto di mio pugno e spero di riuscire a continuare a farlo.
    🙂

    Mi piace

    1. Cara Tratto d’unione, mi piace leggere i tuoi racconti e già nell’ultimo EDS avevo apprezzato il tuo modo di scrivere. Avevo notato che il tuo blog era “fresco” di creazione e quindi è anche un modo per promuoverlo. Grazie del passaggio e a presto!

      Mi piace

  6. Intanto ringraziandoti per avermi nominato, premetto che non amo affatto queste catene (e non essendo patavino!). Le ho sempre trovate scriteriate e prive di validità; ma le tue domande mi sembrano lecite e coerenti col nostro mondo dei blog.
    Ti rispondo qui:

    1)Qual è lo scopo fondamentale del tuo blog? Raccontare, informare, comunicare?
    – sviscerare la mia passione, quella dell’arte. Con Assolocorale provo a condividere le storie delle opere e degli artisti, sperando di infondere curiosità e stimolare l’avvicinamento ad un mondo che non puó essere tenuto in disparte. Da nessuno.

    2)I blog sono veramente antiquati rispetto ai Social Network?
    -i blog sono luoghi dove si riflette, dove l’estemporaneità (quasi mai è di casa). Sono luoghi diversi, con tempi e modalità differenti. Io preferisco la riflessione.

    3)Qual è il personaggio del passato che vorresti conoscere?
    -Amedeo Modigliani. Leggendo Assolocorale si capisce perchè.

    4)Cita un libro al quale vorresti cambiare il finale.
    -non saprei dirlo, ma di ogni libro che ho amato rallenterei i finali a farmi di più compagnia

    5)Qual è il film che secondo te non è possibile non aver visto?
    -“una giornata particolare” l’amore, la vita (vera) e la bellezza della quotidianità

    6)Quali sono le 3 città del mondo che vorresti visitare?
    -Che non ho visto ancora: Buenos Aires e Mosca (la terza mi sfugge)

    7)Sei mai vissuto/a all’estero? Se no, ti sarebbe piaciuto fare questo tipo di esperienza?
    -in pianta stabile mai. Ma l’avrei voluto

    8)Kindle o libro cartaceo?
    -carta, carta, per sempre carta

    9)C’è almeno una cosa della tua persona che vorresti cambiare?
    -ad oggi direi di no!

    10)Credi che Steve Jobs abbia veramente cambiato il nostro modo di vivere?
    -no. A contribuito quanto altri allo sviluppo tecnologico

    11) Il tuo personalissimo Premio Nobel per la Pace.
    -a tutti quegli uomini (e donne) che rinunciano alla propria vita per aiutare i più deboli nei luoghi di frontiera. Quelli più devastati

    Mi piace

  7. Pensavo di essere il più rompiballe, interropendo la catena, ma vedo che sono in buona compagnia. Ti ho scritto via email.
    Ieri sera però mi ci sono messo: ho aperto un file e stavo scrivendo una risposta lunga lunga andando per punti. Dopo mezz’ora abbondante mi è apparsa la temuta schermata blu e (dopo qualche secondo di smarrimento e qualche secondo di parolacce brutte) ho lasciato perdere.
    Le catene non mi piacciono perché fissano delle regole, decidono al posto nostro. Le cose belle (come i nostri blog) si diffondono lo stesso.
    Il nobel per la pace lo do a Teresa Sarti, io scrivo per l’emozione di farmi leggere, Steve Jobs non è tra i miei miti.
    Ma volevo ringraziarti tanto tanto per avere scelto (anche a mio beneficio) altri blog degni di essere letti.
    Simone

    Mi piace

    1. Ciao Simone, mannaggia le schermate blu!
      Comprendo bene la motivazione. In effetti, anche io non mi sono mai prestato, devo dire che la tua motivazione è la migliore che abbia sentito (ci sono regole non decise da me).
      Mi piaceva proprio la parte delle domande e sapere un po’di voi. E mi piaceva indicare quali sono i blog che, seppur a fatica, soprattutto in questo periodo, seguo maggiormente.
      Grazie del passaggio e buon proseguimento!

      Liked by 1 persona

Metti qui il tuo puntino

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...