Navigazione a vista

America: il risultato di un errore di navigazione.
(L.L. Levinson)
Chi dice che qui in Cina é difficile stringere amicizie con gli indigeni, chi dice che i Cinesi sono “selfish” (egoisti), si sbaglia di grosso. Io ho un amico fidato: il mio GPS Nüvi.
Il mio senso dell’orientamento ha qualche bug: datemi una cartina e vi sapró condurre a piedi in ogni angolo di qualunque metropoli mondiale. Ma non chiedetemi di accompagnarvi in macchina in una precisa via, perché la mia bussola personale perde il nord e rischiate di non arrivare puntuali all’appuntamento. Questo succede a Padova, a Torino, figuriamoci a Shanghai: ho la fotografia della città ben impressa nella mia mente, tendenzialmente in pochi minuti riesco a capire quale linea della metropolitana sia piú conveniente prendere, in quale direzione andare e vi elenco anche le principali vie nella zona da voi richiesta. Appena salgo in macchina, il mio cervello si resetta: sarà che tutte le strade mi appaiono uguali, che quando mi ritrovo di fronte a cinque livelli di arterie che si intersecano evolvendo in una gotica spirale verso l’alto mi vengono le vertigini; sarà che, quando guido, la mia attenzione si deve concentrare sugli altri milioni di simpatici conducenti che ogni volta ne inventano una per farmi venire un colpo apoplettico. Sarà per tutte queste banali motivazioni che non posso fare a mano di Nüvi. Altro che selfish, esso é anche attento a mostrarmi tutti gli angoli piú reconditi della città: non c’é viaggio da o verso Shanghai che non comporti un cambio di rotta, sicuramente dovuto al fatto che Nüvi non vuole farmi percorrere sempre le stesse strade, ma vuole condurmi attraverso nuovi sentieri e giri panoramici per ammirare tutte le meraviglie architettoniche della città oppure nuovi immensi spazi aperti in campagne colorate e ricche di vegetazione. E pazienza se io imposto “percorso piú veloce” e, per qualche strano magheggio, diventa “percorso piú breve”, facendomi convogliare in tutti i punti a piú alta congestione di traffico! Nüvi lo fa per me: grazie a lui, ho potuto appurare che il detto “tutte le strade portano a Roma” si puó estendere anche a Shanghai. Probabilmente, se Cristoforo Colombo avesse conosciuto Nüvi, la storia avrebbe avuto un altro corso, altro che Americhe!
P.S. Venerdí, nel bel mezzo di un bell’ingorgo in un’arteria di Shanghai mai vista fino ad allora, ho avuto una piccola discussione con Nüvi: questa volta stavo per condurlo io a navigare nelle “chiare, fresche et dolci acque” (cit. Petrarca) del fiume Huanpu…
Shanghai, strade, Livelli, Traffico
L’aggrovigliarsi delle strade a Shanghai
Advertisements

One thought on “Navigazione a vista

  1. Credo che a me il senso dell'orientamento non lo abbiamo mai dato.
    Quindi mi servirebbe il navigatore non solo in macchina , ma anche a piedi!!
    Lo so, sono un caso disperato…

    Mi piace

Metti qui il tuo puntino

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...