Il passato é trapassato

Pompei, Scavi
Un’immagine dell’interno degli Scavi di Pompei

Spesso confondiamo il significato di due termini apparentemente molto simili: vecchio e antico. Il primo ha un’accezione non proprio positiva, in quanto si riferisce a cosa o persona del passato, di cui si tende a sottolineare il logorio; il secondo invece esprime maggiormente il valore o addirittura la preziosità. Spesso, ció che é antico é simbolo di storia, di vissuto, di un qualcosa di cui non vogliamo o non possiamo perdere traccia, l’essenza delle nostre radici, il passato che ricorda al presente ció da cui é stato generato.
Ogni volta che ritorno in Italia, assaporo sempre con piacere un gusto della storia che vivendo in Cina si perde completamente: qui esiste solo la dimensione del vecchio, che, in quanto tale, viene considerato inutile, “da buttare”. Non c’é nulla di originale, di genuino, che richiami una seppur millenaria storia, ricca di avvenimenti, di dinastie imperiali, di cultura: se provassimo a contare i monumenti cinesi di una certa rilevanza, probabilmente basterebbero le dita di due mani. L’antichità é vista quasi come una minaccia alla crescita, qualcosa che si deve debellare, perché l’immagine di una grande potenza economica deve essere moderna e tecnologica. Pensiamo a Shanghai, una metropoli di venti milioni di abitanti che ha relegato la città vecchia (propriamente detta e non a caso) in un angolino nella zona sud-est: un piccolissimo spicchio di Cina circondato da una Babele di torri e automobili deliranti. Dove sono i risció e le biciclette, che tanto rendevano caratteristiche le foto degli anni Ottanta?
Ció che rende l’Europa unica nel confronto con tutti gli altri continenti é il valore immenso rappresentato dalla cultura e dalla storia antica. Non c’é una strada, una piazza, un monumento, una bottega che non raccontino episodi di vita quotidiana cosí come grandi gesta. Ecco perché non posso accettare che “Mezza Pompei sta per crollare”, come recita un articolo de La Stampa di oggi: si parla ovviamente degli scavi, di uno dei piú grandi siti archeologici mondiali di età romana. La cultura non é come l’economia: non bastano cure da cavallo o supermanovre per risollevare un impianto che sta crollando. Un muro di 2000 anni é come un tenero anziano, che necessita di cure ed attenzioni, un affresco é come una bella donna, che richiede di essere osservato continuamente. Perdere la cultura significa perdere il fondamento della società civile: si spiega allora perché l’Italia ha un’immagine sempre piú sbiadita e deteriorata. É un paese antiquato e vecchio, l’antichità ci ha girato le spalle.

Advertisements

5 thoughts on “Il passato é trapassato

    1. parola giusta, vergognoso. In questi giorni abbiamo attraversato un pezzo dei colli marchigiani e sono favolosi. Quanto sono conosciuti? Poco, se non nulla. E un ulteriore aneddoto: facendo benzina, si ferma una coppia di olandesi, provano a inserire la carta nel self service, ma non la riconosce. Allora mi avvicino per chiedere se abbiano bisogno di una mano e loro ovviamente accettano. La signora mi chiede se sono italiano, io dico sì e lei si stupisce: parla bene l’inglese, qui nessuno parla inglese! Ecco, valorizzare il turismo significa mettere anche e soprattutto gli stranieri nelle condizioni di girare l’Italia senza il vocabolario.

      Mi piace

      1. Quello della lingua è un problema che andrebbe affrontato nelle scuole in senso generale, ossia inglese per tutti, poi in particolare nelle località turistiche. E’ vero però che da turista sei tu che devi attrezzarti per essere compreso in un paese straniero quando giri per le strade (altra cosa nelle strutture turistiche, alberghi, ristoranti…).

        Mi piace

Metti qui il tuo puntino

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...