Un nuovo inizio

In questi giorni in cui si parla solo della fine della Seconda e fallimentare Repubblica, voglio partire da una notizia che riguarda il paese che mi ha ospitato in questi due anni e mezzo e che ancora mi accoglierà nei prossimi mesi, con i suoi pregi e difetti. Per la prima volta, ci sono stati dei candidati indipendenti che hanno partecipato alle elezioni nel Sud del Paese, cioé candidati non legati al Partito. E’un piccolo passo in avanti verso una democrazia che non esiste, per quanto poi siano state inventate delle leggi inesistenti per cancellare la loro vittoria.
Nel nostro paese la democrazia é stata una grande conquista, nonostante si sia tentato negli ultimi venti anni di abbatterla. Stiamo affrontando una situazione economica drammatica proprio nell’anno in cui festeggiamo i 150 anni dell’Unità d’Italia, ma io voglio sbandierare una frase di Giuliano Poletti, presidente di Legacoop: “Fidiamoci dell’Italia!”. Io voglio fare un augurio particolare al nostro Paese, senza spendere parole mie: mi affido ad una canzone postuma di Giorgio Gaber “Io non mi sento italiano” ed alle immagini che Luciano Ligabue fa scorrere nel suo video di “Buonanotte all’Italia”. Voglio credere che l’Italia sia quella di Eduardo e Totó, di Benigni, della Nazionale Campione del Mondo; un’Italia in grado di rinascere dalle macerie della Stazione di Bologna, di Capaci o via d’Amelio. Un’Italia vincente, che é quella che ci meritiamo e che ci dia nuovamente l’orgoglio di dire “per fortuna sono italiano”.

Giorgio Gaber  Io non mi sento italiano
Luciano Ligabue  Buonanotte all’Italia (Live in Arena 2008)
Annunci

Metti qui il tuo puntino

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...